STAMPA - @sinistra

Vai ai contenuti

Menu principale:

STAMPA

MEDIA
UN LOGO, UN OBIETTIVO: A SINISTRA PER IL BENE DI ASSISI

Assisi,12 marzo 2016 - E’ definitivo il logo che contraddistingue la campagna elettorale con cui la lista “A Sinistra” compete per le amministrative 2016 insieme al suo candidato a sindaco per la Città di Assisi Luigino Ciotti, figura storica della sinistra assisana. La semplicità e la chiarezza della grafica - una freccia rivolta a sinistra su campo rosso - sono la traduzione di alcuni criteri che noi di “A Sinistra” ci siamo dati per la gestione della nostra campagna elettorale. Il primo dei quali è: nessuno spreco per il marketing elettorale, ovvero per gadget, pranzi e cene, pubblicità sui media tradizionali (es. affissione esterna, annunci su giornali e riviste) e dinamici (es. vele). Impiegheremo solo lo stretto necessario per far giungere ai cittadini il messaggio di attenzione e solidarietà che contraddistinguerà l’azione di governo della Città e del suo territorio in caso di vittoria. Lungo questo solco, il nostro candidato sindaco Luigino Ciotti ha infatti dichiarato: “In caso di elezione, rinuncerò a qualsiasi emolumento dalla politica destinandolo alla Caritas Diocesana per le attività inerenti i servizi prestati alle persone povere ed immigrate, ospiti nella Casa di Prima Accoglienza Papa Francesco sita nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Maria degli Angeli. Una rinuncia che mi sarà possibile grazie a quarant’anni di lavoro alle spalle e per dare un esempio quanto mai necessario oggi che la politica deve tornare ad essere uno strumento a servizio per il bene della comunità”. Una campagna sobria, in linea con lo spirito francescano, nel rispetto delle povertà del mondo e delle difficoltà economiche di tante famiglie assisane, iniziata già da tempo incontrando “porta a porta” le persone e le famiglie per ascoltare le loro istanze, raccogliere idee e suggerimenti. Vogliamo essere inclusivi, come abbiamo scritto nel nostro Manifesto lanciato 2 mesi fa e sottoscritto da 58 firmatari.
Torna ai contenuti | Torna al menu